18 Agosto 2019

Hanno ucciso l’Uomo Ragno!

morte-delluomo-ragno3

Questa volta è vero l’Uomo Ragno è proprio morto. Almeno nel controverso Universo Ultimate. In questo universo Peter Parker è un ragazzino di 15/16 anni che viene morso da un ragno OGM e che lavora sempre presso il Daily Bugle di J. J. Jameson, ma come webmaster. Anche Zia May è un’energica e aggiornata vecchietta dei nostri tempi, spesso presa ad aggiornansi su internet.

In questo universo (slegato da quello classico Marvel chiamato Terra 616) i personaggi possono compiere nuove scelte e cambiare quella che era la continuità  classica.

L’Universo Ultimate è destinato al giovane pubblico degli anni 2000 che difficilmente poteva adattarsi con personaggi creati nei lontano anni 60/70.

Ed è in questo Universo che Peter Parker trova la morte durante l’ennesimo scontro con il nemico di sempre, il Goblin.

La morte di Peter (pubblicata negli USA nel numero 160 di Ultimate Spider-Man) non è la solita trovata editoriale (almeno per ora..) dove i Supereroi muoiono per stravendere quello che sembra essere l’ultimo numero per poi ricomparire dopo qualche tempo grazie a qualche stratagemma narrativo.

Peter muore per salvare zia May e così si chiude il ciclo che lo vedeva inconsapevolmente colpevole della morte di zio Ben.

Ma l’Universo Marvel, Classico o Ultimate che sia, non può esistere senza Spiderman. E così in una breve serie chiamata Ultimate Fallout, vedremo la genesi del nuovo Spider-Man. Ideato graficamente dall’italianissima e giovanissima (28 anni) Sara Pichelli, a vestire i panni del nostro tessiragnatele preferito sarà  Miles Morales, un ragazzo ancora più giovane (circa 13 anni) nato da madre ispanica e padre di colore.

Rimangono aperti numerosi interrogativi, da dove verranno i suoi superpoteri? Perchè prenderà  l’identità  dell’Uomo Ragno e non si inventerà  un nome tutto suo? Cosa ne penserà  il pubblico?

Ma tra qualche tempo sapremo, basta essere pazienti.

Personalmente dell’Universo Ultimate ho comperato i primi 5 numeri appena uscito in Italia nel 2001, ma poi ho abbandonato per scarso interesse, d’altronde l’Universo Ultimate è stato pensato per un pubblico abbastanza giovane con poca familiarità  con l’Universo Classico e diciamo che mi trovo fuori target. In generale Ultimate non ha avuto una fortuna continua, svariati sono stati nel tempo i tentativi di rilancio e ora siamo ad un vero e proprio reboot (al pari di quello dell’arrampicamuri cinematografico). La Marvel (ora di proprietà  Disney) non ha nessuna intenzione di abbandonare l’Universo Classico, li potremo seguire le gesta di Peter Parker per molto altro tempo ancora.

Per il momento, in bocca al lupo Miles! Hai ricevuto un’eredità  veramente difficile da portare avanti!

About The Author

Blogger per caso.. nel 1999 iniziai il sito che chiamai diario multimediale, solo in seguito si scoprì che era uno dei primi blog. Appassionato di molte cose, cerco di seguire i miei interessi tutti insieme, ovviamente diventando esperto quasi di nulla.

Related posts