16 Giugno 2019

Agents of S.H.I.E.L.D. – Prime puntate

E’ stata quasi un’impresa eroica arrivare fino a ieri sera senza incappare in anticipazioni (spoiler) su Agents of S.H.I.E.L.D.., telefilm appartenente allo stesso universo Marvel dei film.

Agents of S.H.I.E.L.D. inizia proprio subito dopo la battaglia di New York vista in The Avengers, in un mondo che ha scoperto d’improvviso l’esistenza di uomini dotati di super poteri, alieni e dei asgardiani.

Ritroviamo il redivivo agente Phil Coulson, dopo una lunga degenza nella magica Tahiti, formare una piccola squadra di agenti scelti per investigare su fenomeni sovrannaturali in giro per il mondo.

Il primo episodio, naturalmente, è tutto incentrato nella presentazione dei vari componenti della squadra e mostrare le proprie peculiarità. Abbiamo l’agente perfettino e idealista ma che non sa lavorare in squadra, una coppia di giovani scienziati corredati di tanti gadget tecnologici e una pilota dal passato misterioso che dice di non voler combattere ma neanche arriva alla fine della prima puntata che già la vediamo all’azione e infine una hacker che viene tirata a bordo come consulente dopo aver svelato l’esistenza dello S.H.I.E.L.D. equipaggiata solo del proprio portatile e di un vecchio furgone come base.

Seminate un po’ ovunque le varie sottotrame, a partire dalla ricomparsa dell’agente Coulson dopo essere stato trafitto da Loki e la sua convalescenza a Tahiti, l’organizzazione che usa manufatti alieni per potenziare gli umani, il Centipede e altre appena abbozzate riferite ai singoli protagonisti.

La seconda puntata andata in onda sempre ieri da il vero tono alla serie, un procedurale un po’ alla Fringe ma dal tono più leggero e con innumerevoli citazioni all’enorme universo Marvel a cui la serie può attingere a piene mani.

Non pretendendo troppo da quella che comunque è una serie TV e non un film con budget milionario, Agents of S.H.I.E.L.D. offre una buona oretta di intrattenimento.

About The Author

Blogger per caso.. nel 1999 iniziai il sito che chiamai diario multimediale, solo in seguito si scoprì che era uno dei primi blog. Appassionato di molte cose, cerco di seguire i miei interessi tutti insieme, ovviamente diventando esperto quasi di nulla.

Related posts