26 Agosto 2019

Scandal – 2a stagione

Ambientato nelle stanze del potere di Washington, Scandal ci propone un nuovo thriller politico che coinvolge i più stretti collaboratori del Presidente degli Stati Uniti d’America.

La prima serie era composta da soli 7 episodi perché Scandal ha preso il posto di Private Practice a cui erano stati ridotti gli episodi da 22 a 13.

La protagonista è Olivia Pope (Kerry Washington), una donna senza scrupoli, temuta da tutti, completamente dedicata al proprio lavoro, che lascia il ruolo di direttore delle comunicazioni del presidente degli Stati Uniti d’America per fondare uno studio legale che deve gestire gli scandali e i problemi dei «potenti» della nazione. Olivia cerca di lasciarsi alle spalle il proprio passato, cosa che si rivelerà molto difficile, dato che quel passato vive ancora fra le mura della Casa Bianca…

Il personaggio della Pope, in realtà si rifà alla figura di Judy Smith, vicecapo ufficio stampa della Casa Bianca durante la presidenza di George Bush e successivamente consigliera della comunicazione di Monica Lewinsky nello scandalo Clinton e di alcuni manager della Enron in seguito al clamoroso fallimento della multinazionale.

L’Olivia Pope and Associates staff è composto da Stephen Finch, un accanito donnaiolo, Harrison Wright, un giudice agevole ed efficiente, Abby Whelan, sperimentatore dello studio, Huck Finn, un hacker con un passato da agente della CIA, e Quinn Perkins, un avvocato dal volto fresco che impara velocemente il lavoro. Tutti con un passato non propriamente limpido da cui Olivia li ha aiutati ad allontanarsi, conquistando la loro indiscussa fiducia.

Dopo le scottanti rivelazioni della prima stagione, troviamo la Pope a fare i conti con il passato. Dietro l’elezione del presidente Grant si nasconde un complotto di cui la stessa Olivia sembra farne parte.

Episodio centrale è Happy Birthday, Mr. President dove il presidente Grant è ricoverato in ospedale dopo l’attentato alla sua vita. Una serie di flashback ci rivela informazioni sul tempo in cui Olivia lavorava alla Casa Bianca e sul suo rapporto con il presidente. Vengono anche a scoprirsi i responsabili dell’attentato di cui era stata incolpata Quinn e il modo in cui Grant è divenuto presidente. Nonostante i migliori sforzi di Olivia per mantenere Grant come presidente in carica, riprendendo il suo ruolo di direttore delle comunicazioni, il Vice Presidente Sally Langston viene proclamata come presidente in carica fino al recupero di Grant.

A mio avviso, un merito degli autori è quello di non aver portato per le lunghe alcune sotto trame assicurando la longevità della serie inserendo nuove domande ad ogni risposta data, evitando una comprensibile frustrazione dello spettatore.

Scandal ci restituisce, con gli interessi,  parte di quello che Last Resort ci aveva promesso e non mantenuto terminando in maniera prematura.

Per tutti gli appassionati degli intrighi di palazzo da seguire assolutamente su FOXlife tutti i martedì alle 21.55.

About The Author

Blogger per caso.. nel 1999 iniziai il sito che chiamai diario multimediale, solo in seguito si scoprì che era uno dei primi blog. Appassionato di molte cose, cerco di seguire i miei interessi tutti insieme, ovviamente diventando esperto quasi di nulla.

Related posts