26 Giugno 2019

Estate all’insegna del gusto Radler

radler

Lo scorso anno, praticamente in sordina, apparve nei supermercati che frequento solitamente la Beck’s Green Lemon, birra mixata con gazzosa al gusto di limone.

Il ricordo è andato subito alla clara che è un mix simile che si trova in Spagna e viene usata particolarmente lungo il cammino di Santiago, proprio per le sue proprietà reidratanti e dissetanti.

Poco dopo è apparsa la Dreher Lemon Radler, con birra (40%) e succo di limone.

La sperimentazione dello scorso anno deve essere andata molto bene visto che quest’anno arrivano anche la Moretti Radler e la Peroni Chill Lemon, entrambe ovviamente vantano il 100% di limoni italiani.

A mio parere grandi differenze tra le varie marche non ce ne sono, gradazione alcolica molto bassa (circa 2%), gusto molto simile ed effetto dissetante garantito.

Per curiosità sono andato a ricercare il significato di questa grande novità chiamata Radler ed il risultato lo condivido con voi.

La tradizione vuole che la ricetta del Radler (parola tedesca per ciclista) è generalmente attribuita al gastronomo di Monaco di Baviera Franz Xaver Kugler che l’avrebbe inventata nel settembre 1922, quando circa 13.000 ciclisti visitarono la sua taverna. Certo che la sua scorta di birra sarebbe terminata ben presto, decise di miscelarla con la limonata, escogitando, per giustificare la “adulterazione”, la scusa di volere evitare incidenti ai pedalatori sulla via del ritorno, servendo loro una bevanda più rinfrescante e meno alcolica.

A quanto pare, in realtà, la ricetta è già menzionata nel 1912.

Quindi per riscoprire fantomatici nuovi sapori si pesca dal passato (cosa che avviene abbastanza spesso ultimamente) e la memoria non può che andare a quelle estati nella natia Arpino dove i più grandi passavano parte delle serate davanti al bar a giocare a tressette per poi dissetarsi con la classica formazione 3 birre e 1 gazzosa. Oggi scoprono che è una vita che miscelavano il Radler (in realtà con percentuali ben diverse) a loro insaputa.

Il mercato, quindi, non sta facendo altro che presentarci una grande novità, che nella realtà dei fatti pesca da costumi più che consolidati nel tempo, con nomi esterofili (Radler, Chill Lemon) per renderli fruibili dal pubblico giovanile che certo non farebbero la propria figura davanti il loro locale preferito alla moda con 3 birre e 1 gazzosa.

About The Author

Blogger per caso.. nel 1999 iniziai il sito che chiamai diario multimediale, solo in seguito si scoprì che era uno dei primi blog. Appassionato di molte cose, cerco di seguire i miei interessi tutti insieme, ovviamente diventando esperto quasi di nulla.

Related posts