21 Aprile 2019

Storie di Altrove 15 – La dama che incantò Arsenio Lupin

Parigi, anno 1903, Arsenio Lupin, l’inafferrabile ladro gentiluomo, ricercato dalle gendarmerie di tutta Europa, commette una serie di furti inspiegabili, rubando oggetti apparentemente privi di valore senza toccare né denaro né gioielli.

Che significato hanno quegli oggetti? Perché Lupin intende impadronirsene a tutti i costi? La polizia francese è perplessa, ma i furti attirano l’attenzione di “Altrove”, la base segreta americana dove si studiano tutti i fenomeni “impossibili”, che fa intervenire “Le Centre”, sua affiliata parigina. L’enigma sembra insolubile finché non viene chiamato appositamente da Londra l’unico uomo che può realmente dare filo da torcere al celebre criminale: Sherlock Holmes!

Torna a collaborare con Altrove, per la terza volta, Sherlock Holmes, come già detto, chiamato ad investigare sui strani furti compiuti da Arsenio Lupin. Questi sottrae a ricchi collezionisti degli strani amuleti di poco valore lasciando il resto degli averi intatti.

A coinvolgere Holmes nel caso Lupen è nientemeno che Aldus Morrigan capo (da svariati anni) del dipartimento di magia della base di Altrove. Alle spalle dei furti di Lupen troviamo una misteriosa quanto pericolosa discendente del Conte di Cagliostro, il quale è stato ad un passo dal realizzare la Pietra Filosofale.

Albo pieno di citazioni soprattutto su Lupen sia quello raccontatoci dalla letteratura che quello più moderno delle serie TV giapponesi, da leggere con attenzione il dialogo in cui si parla di giacche.

Giudizio complessivo: da non perdere assolutamente.

Soggetto e sceneggiatura: Carlo Recagno
Disegni: Sergio Giardo
Copertina: Giancarlo Alessandrini

About The Author

Blogger per caso.. nel 1999 iniziai il sito che chiamai diario multimediale, solo in seguito si scoprì che era uno dei primi blog. Appassionato di molte cose, cerco di seguire i miei interessi tutti insieme, ovviamente diventando esperto quasi di nulla.

Related posts